TINSET (Antistaminico)

TINSET - Antistaminico

La salvezza per ogni malato di allergie croniche o stagionali. 

Il farmaco si presenta in semplici capsule, piccoli ed assumibili senz’acqua. Sapore nullo!

L’effetto si manifesta dopo una ventina di minuti: decongestione delle vie resporatorie, calo dell’affanno e sopratutto progressiva cessazione degli sternuti e della lacrimazione.

Il farmaco non necessita di essere preso durante, prima o dopo i pasti: va preso quando se ne ha bisogno ed un paio di volte al giorno, una al risveglio sicuramente… appena aperti gli occhi se li sentite gonfi.
E’ una vera salvezza averlo a disposizione durante le pulizie di casa, in primavera, quando si va in una casa lontana o poco abitata, sopratutto se l’umidità ha avuto modo di favorire la presenza di muffe o acari.

Nel caso l’allergia riguardi ad esempio un gatto, mr. T diventa vitale qualora si decida di andare a cena in casa di un possessore di un così temibile felino (temibile dati gli effetti che provoca negli sfortunati allergici).

Come per tutti gli antistaminici, il farmaco provoca una certa fiacca/flemma, peraltro di livello ben ridotto nel caso di questo particolare composto: l’assunzione di sostanze alcoliche, anche in modica quantità, porta allo sfiancamento fisico totale. Nel caso non solo è impossibile guidare in sicurezza, ma anche fare due piani di scale diventa un impresa e l’unica cosa saggia da fare è riposare a letto con la propria serie tv preferita a portata di telecomando.

Il farmaco può essere usato per periodi sostanzialmente lunghi di tempo senza incorrere in spiacevoli effetti collaterali e non da luogo a fenomeni di sensibilizzazione. 

Il farmaco inoltre non necessita di prescrizione e se ne può fare incetta: certo che prendere due pasticche in una volta è un’azione eroica! Si arriva agli effetti del Valium!

 

NOTA: Anni orsono esisteva un certo Farganense, un antistaminico terribile: con quello si dormiva proprio. Oggi le tecnologie si sono affinate e con questi prodotti è possibile sopravvivere anche in ufficio nella giornata primaverile più terribile e con la finestra aperta dove per sopravvivere intendo il non essere sommersi dai fazzoletti.

 

16 Commenti

  • lorenza wrote:

    URGENTE :Ho bisogno gentilmente di sapere se il farmaco Tinset 0,25% e Tinset 2,5% necessitano di prescrizione medica oppure se basta recarsi in farmacia senza alcuna ricetta per acquistarli.
    Ringrazio anticipatamente

    ReplyReply
  • @lorenza: è venduto senza ricetta alcuna.

    Saluti

    ReplyReply
  • lui la plume wrote:

    Il gatto si gratta e si strappa il pelo.
    E’ in cura ….
    (escluse pulci ecc. ecc. le varie cure poste in atto non danno esiti significativi)

    Prima di utilizzare qualsiasi prodotto mi consulto anche con il veterinario dove porto le idee raccolte … ed ecco … si puo’ ipotizzare l’uso di tilset su un gatto di otto kg di 15 anni che e’ sempre stato bene …. ma da un paio di mesi soffre di … prurito?

    ReplyReply
  • @lui la plume: stiamo parlando di un GATTO.

    gli animali domestici hanno un metabolismo piuttosto compatibile con il nostro ed i principi attivi che si utilizzano nei medicinali per gli animali sono identici, dosi a parte.

    in molti, per risparmiare, comprando la versione umana del medicinale e la frammentano in più parti per somministrarla agli animali nella giusta dose.

    condividendo con noi gli spazi vitali, lo smog, la sedentarietà. non vedo il perché un gatto non possa sviluppare una intolleranza a qualche elemento del nostro vivere quotidiano.

    quindi si, direi che un tentativo non invasivo con il tinset sia assolutamente plausibile. se dovessero esserci risultati, bisognerebbe poi cercare di capire cosa stia dando così fastidio al gatto: magari è allergico all’uomo?

    ;)

    ReplyReply
  • Anna wrote:

    Salve mi chiamo Anna e sono alla 16+5 settimana di gravidanza.
    Da ieri sera ho asma, peso al petto, solletichio alla gola, di cui soffro periodicamente e di solito causata dagli acari.
    La mia ginecologa mi ha consigliato il TINSET per 5/6 giorn ma…è sicuro che posso prenderlo?
    So che gli antistaminici in gravidanza sono altamente sconsigliati…grazie mille.

    ReplyReply
  • @Anna: mia cara Anna, come potrai leggere nel disclamer io non sono un medico.

    Gli effetti collaterali di alcuni prodotti che vengono usati per l’asma a base di cortisone sono molteplici e spesso negativi sul fisico (reni, fegato): figurati su un feto.

    Il tinset è un antistaminico semplice e estremamente efficace che può limitare la risposta violenta del tuo organismo agli acari, limitando i sintomi che hai elencato ed una eventuale ulteriore sensibilizzazione che ti debiliterebbe a lungo termine.

    Tra l’altro, da quel che ne so, antistaminici come il tinset NON si trasmettono a feto.

    L’uso in gravidanza deve essere controllato dal tuo medico ma è assolutamente consigliabile visti i problemi che hai elencato. Non vogliamo che un attacco d’asma ti porti a respirare male, vero? Non vogliamo che un eritema improvviso e violento, una reazione del tuo corpo più decisa ci obblighi a farti assumere del cortisone, vero?

    Un bacio e goditi il momento,

    Gio

    ReplyReply
  • luigi 69 wrote:

    ho un figlio di tre anni . il pediatra mi ha prescritto le tinset , dicendomi che lo può usare anche per lunghi periodi come due o tre mesi , vorrei sapere se ci sono contro indicazioni , premetto quando le usa sta bene quando le sospende tossisce e ha raffreddore , grazie

    ReplyReply
  • @luigi 69: luigi, non ci sono problemi.

    la tosse per una persona allergica è un po la bocca di quel cane che insistentemente pensa bene di mordersi la coda: più ce n’è e più ce n’è, non so se mi spiego.

    - se la tosse viene meno i bronchi si disinfiammano
    - bronchi non infiammati diventano bronchi meno sensibili
    - bronchi meno sensibili meno tosse
    - meno tosse significa meno infiammazione bronchiale

    il tutto, unito ad una più blanda risposta del corpo di tuo figlio all’allegene farà sì che egli possa riprendersi completamente in poche settimane.

    effetti collaterali non ce ne sono, se assunto secondo le dosi consigliate. immagino che il medico abbia prescritto la composizione farmaceutica in gocce, no?

    f

    ReplyReply
  • sathya wrote:

    a me è successo che mi si sono formate come “tantissime punture sulla pelle…forse è quando tocco o un pino che ho in giardino o terra e/o gatto”.
    il tinset ho quello im pastiglie , va bene?

    ReplyReply
  • @sathya: la puntura avrà permesso ad un agente al quale sei allergico di stabilire un contatto con la tua carne viva e di li le bolle.

    se è andata così certo che va bene, ma normalmente lavando passa!

    ReplyReply
  • giovanna wrote:

    e possibile somministrare il tinset ad un bambino avendo la confezione nn scaduta ma aperta da 1 anno

    ReplyReply
  • @giovanna: omonima, è possibile somministrare latte ad un bambino se non è scaduto?

    se parli di pasticche, la risposta è si.
    se parli della soluzione invece no in quanto c’è scritto a caratteri grassetto e maiuscolo che una volta unito il liquido alla polvere la mistura dura 30gg.

    ReplyReply
  • Yvo77 wrote:

    Da 20 anni assumo l’antistaminico gocce(cetirizina) x un orticaria cronica al bisogno(circa ogni 2giorni). Ho in programma una eventuale gravidanza.Posso continuare ad assumerlo? Altrimenti con quale farmaco posso sostituirlo?

    ReplyReply
  • @Yvo77: converrebbe che parlassi con il tuo medico. Sicuramente dal quinto mese in poi non ci sarebbero controindicazioni, ma nei primi mesi di gravidanza tutti i pareri devono essere validati dal medico che segue il figlio in arrivo.

    ReplyReply
  • carla wrote:

    Può avere interazioni con altri farmaci?? Magari ferrochelanti?? Urgente

    ReplyReply
  • con ferrochelanti no diamine!

    ReplyReply

Dai, proponi un tuo commento

La tua email non sarà visibile quindi vai tranquillo. I campi obbligatori son marchiati con *